I Monteiro

Com’è la vita di Mitu al miscroscopio?

Sembra così
Mitu è ​​senza dubbio un padre di famiglia!
La casa è tutto per Mitu, e insieme siamo una squadra, quella dei Monteiro!

Ho incontrato Mitu per la prima volta nel 2010. E il nostro primo incontro non è stato esattamente romantico. Mentre camminavo sulla spiaggia, mi saltò letteralmente di fronte, tenendo ancora il suo kite chiedendo il mio nome. In realtà mi ha infastidito in quel momento, e mi ha dato l’impressione – solo un po ‘- che potesse essere un tipo arrogante. Quindi l’ho fatto aspettare un po ‘prima di dargli una seconda possibilità per convincermi che non lo era.

Il nostro primo appuntamento è stato il 9 marzo 2010 (le ragazze e la loro ossessione per le date). E a quel primo appuntamento lo sapevo. Avevo sentito dirlo tante volte; che sapevano, a prima vista, che la persona di fronte a loro sarebbe stata la loro altra metà per tutta la vita, ma non avrei mai creduto che potesse essere vero fino a quando non ho incontrato Mitu. Poco più di un anno dopo ci siamo sposati a Ponta Preta … e stavo aspettando Michael, il nostro primogenito.

Avevo solo 23 anni all’epoca, e un pò ‘spaventata dal dono che la vita ci aveva fatto mentre eravamo ancora così giovani, ma Mitu era il mio porto sicuro, sempre positivo e calmo, e mi rassicurò che tutto sarebbe andato bene E così, decisi di trasferirmi a Capo Verde, da sola, senza famiglia, senza amici e incinta. Perché tutto quello che volevo davvero era iniziare a costruire la mia vita con Mitu.

La prima volta che ci siamo trasferiti insieme, io e Mitu vivevamo in una piccola stanza, con un bagno ancora più piccolo a Santa Maria. (E quando una ragazza si trasferisce da un attico a Milano in una stanza a Capo Verde, può essere solo un vero amore, giusto!). Alla fine ci siamo trasferiti nel nostro nuovo appartamento, ma senza cucina per i primi mesi, e abbiamo dovuto fare affidamento sull’uso della cucina della madre di Mitu per un po ‘. Ma a poco a poco siamo cresciuti e nel 2012 abbiamo deciso di investire tutto ciò che avevamo nel lancio del brand Mitu Monteiro. Abbiamo aperto un piccolo negozio nella stessa stanza in cui Mitu era nato 28 anni prima, acquistato la nostra prima auto (ovviamente una seconda mano) e venduto il nostro piccolo scooter affidabile. Abbiamo organizzato il primo Wave Camp quell’anno e, passo dopo passo, la nostra vita si stava trasformando in quello che doveva essere. Quindi, all’inizio del 2013, il sogno di Mitu e del suo amico Djo di aprire il Kite Beach Club divenne realtà e le cose sono diventate più serie. Ma con un solido team (Mitu, Djo, Giada e I) guidato da passione e amore, il business è cresciuto sempre più forte.

Quando c’è amore, c’è felicità.
E siamo stati tutti abbastanza fortunati da avere entrambi nella nostra vita.

Ormai nostro figlio Michael stava crescendo forte e si innamorava completamente del surf !! Gli abbiamo dato il suo primo battesimo in acqua quando aveva due mesi, e da allora è raramente uscito dall’oceano. Ad 1 anno, Michael stava già galleggiando nell’oceano. All’età di due anni, ho letteralmente pianto guardandolo mentre faceva surf sulla sua prima onda da solo.

Era così importante per Mitu che Michael imparsse a nuotare il più presto possibile per evitare ciò che lui stesso aveva rischiato da bambino, così Mitu ha fatto sempre del suo meglio per trasmettere la sua passione per l’oceano a Michael. È stato così commovente vedere padre e figlio condividere il tempo insieme nell’oceano e guardare Mitu insegnare a Michael tutto, dal kitesurfing al windsurf, allo snorkeling, alla pesca e al SUP. Michael stava imparando velocemente e dimostrando chiaramente di avere i suoi talenti. E Mitu era così pieno di gioia e orgoglio nel vederlo progredire.

In tenera età, era già evidente che Michael avrebbe seguito le orme di suo padre. And then, came the day they had both been waiting for … surfing Ponta Preta together!

La Famiglia di Mitu

Michael ci ha regalato la nostra prima esperienza come genitori e ci ha reso una famiglia. E insieme, noi tre abbiamo vissuto avventure incredibili. Ma era tempo di crescere come una famiglia. E il 6 settembre 2017, Matthew Oteniel Monteiro è venuto al mondo

La pura gioia era arrivata

Il Mio Nome è Mattew

Abbiamo adorato Matthew a prima vista. È pura gioia. Puro Amore. E pura forza. In effetti, quando Matthew era ancora un bambino molto piccolo, ci mostrò esattamente quanto fosse forte, quando affrontammo la notizia che sarebbe stato l’incubo di qualsiasi genitore. Notizie che nessun genitore vorrebbe mai sentire. Notizie che non pensi di avere la forza di affrontare. Ma incredibilmente, tutti abbiamo la forza quando ne abbiamo bisogno. A sei mesi, a Matthew fu diagnosticata una grande massa nell’occhio sinistro. Siamo stati inviati in uno dei migliori centri medici in Europa e abbiamo trascorso 4 giorni a sottoporsi a test, analisi, scansioni, anestetici. In tutto questo, Matthew stava sorridendo e ci ha dato la forza di cui avevamo bisogno per rimanere positivi. In quei giorni ci trovavamo di fronte alla paura di sottoporsi alla chemioterapia con il nostro bambino piccolo, o forse di perderlo. Ma quello che è realmente accaduto in quei quattro giorni è stato che siamo diventati tutti più forti come esseri umani e insieme siamo diventati più forti come famiglia.

Il 19 marzo 2018 sarà impresso per sempre nelle nostre menti come il giorno in cui Matthew è nato per la seconda volta. Dopo i giorni più angoscianti della nostra vita, siamo stati così grati di sentire che il tumore agli occhi di Matthew era benigno. E credetemi, la diagnosi che tuo figlio sarà per lo più cieco in un occhio diventa un’incredibile benedizione quando l’alternativa sarebbe stata molto peggiore!

ooAncora una volta eravamo di nuovo a casa a Sal, ma la vita era un po ‘diversa. Matthew faceva un follow-up in Europa ogni tre mesi per assicurarsi che il suo buon occhio funzionasse correttamente e ci stavamo abituando alla notizia che sarebbe stato parzialmente cieco in un occhio … ma eravamo felici come mai prima. Eravamo insieme, sani e tornati alla nostra semplice e amata routine!

Quando rimasi incinta per la prima volta, ricordo di aver chiesto a Mitu se era nervoso per diventare padre, quando non aveva mai avuto suo padre in vita sua. Ha detto di si. E potevo capire perché lo avesse detto, ma sapevo che Mitu sarebbe stato un padre fantastico. Sebbene Mitu abbia vissuto un’infanzia molto semplice e umile, la sua straordinaria madre lo ha cresciuto per vivere con virtù e principi forti, calma e onestà. E non avrei potuto sognare un padre migliore per i nostri figli.

E com’è Mitu come marito, vi starete chiedendo?
Bene, dimenticate il romanticismo, le sorprese dell’anniversario, i regali di Natale o i complimenti. Queste cose non hanno alcun valore per Mitu. Ma si tratta di rispetto, lealtà; e puro, vero amore vecchio stile.

I nostri sogni e futuro

Proprio come ogni famiglia, ci sediamo sotto il portico al tramonto e parliamo di tutti i posti che vorremmo visitare nel mondo. Abbiamo le nostre liste dei desideri, e sì, ovviamente i primi 10 posti sono destinazioni per il surf 😉 Ma Mitu, che in realtà non è mai stato in vacanza (senza lavoro) in tutta la sua vita, in realtà sogna di andare in vacanza a Norvegia o altrove altrettanto freddo, dove può vedere i bambini che giocano sulla neve per la prima volta. Una cosa è certa, a poco a poco, segneremo tutte quelle destinazioni come “viste”!

Ma per il momento, concentriamoci sull’accoglienza della nostro futuro figlio … MALAKAI !

Mitu Monteiro Official Website and E-commerce

Shop

Shipping Rates & Policies

Return & Replacements

 

contacts

Shipping Rates & Policies

Return & Replacements

 

Join Now